Warning: array_shift() [function.array-shift]: The argument should be an array in /web/htdocs/www.ifeitalia.eu/home/config/ecran_securite.php on line 283
Report dell'incontro con Lidia Menapace - [IFE Italia]
IFE Italia

Report dell’incontro con Lidia Menapace

di Silvia Dradi, Anita Giuriato, Emanuela Garibaldi, Nicoletta Pirotta, Manuela Vago.
domenica 15 maggio 2016

Un incontro denso. Grazie Lidia!

Domenica 8 maggio 2016 allo spazio "Open" di Milano abbiamo incontrato Lidia Menapace, femminista, ex-partigiana, già senatrice della Repubblica. Nostra preziosa compagna di strada.

Lidia infatti, con la generosità che la contraddistingue, aveva risposto positivamente alla proposta di un confronto non pubblico sul "manifesto femminista" della nostra associazione.

Come IFE Italia dopo aver redatto il manifesto, attraverso un lavoro collettivo di studio, riflessione e confronto durato oltre due anni, abbiamo ritenuto utile proporre ad alcune compagne di strada di discutere sul testo per valutarne il grado di condivisibilità.

Finora abbiamo incontrato Daniela Danna, Alessandra Vincenti, Giovanna Vertova e Lidia Cirillo. Incontri utile che ci hanno evidenziato punti di forza e lacune sulle quali lavoreremo.

Con Lidia abbiamo discusso intensamente a partire dal testo ma andando anche oltre di esso.

E’ stato un dialogo denso, coinvolgente, profondo che ci ha coinvolte sul piano politico e personale insieme.

In estrema sintesi ecco i punti su cui abbiamo riflettuto:

a) il patriarcato, lungi dall’essere superato, si nutre della crisi del sistema capitalista diventando più aggressivo. L’insicurezza, la paura, la precarietà prodotti dalla crisi economica e sociale sono un fertile terreno di coltura di fondamentalismi in particolare di natura religiosa che offrono risposte semplicistiche ma rassicuranti (il richiamo alle radici e alle tradizioni) e ripropongono modelli di società e ruoli sociali gerarchicamente fondati sulla dominanza maschile;

b) viviamo, nel mondo occidentale ed in Italia in particolare, in un’epoca di transizione fra ciò che non potrà più essere come prima e ciò che ancora non è definito. Per poter incidere in un simile contesto ci sarebbe bisogno di categorie di pensiero nuove o rinnovate, capaci di dare strumenti per comprendere i processi in atto e proporre altri orizzonti di senso. Ci sarebbe bisogno cioè di una rivoluzione culturale nel senso più pieno del termine. A questo livello il femminismo potrebbe avere molto da dire;

c) la crisi produce povertà ed esclusione sociale e quindi bisogni materiali che richiedono di essere soddisfatti proprio nel momento in cui un welfare pubblico non è più in grado di farvi fronte. Promuovere esperienze di neo-mutualismo e di auto-organizzazione diventa una pratica necessaria perché capace di ri-significare il concetto di una cittadinanza fondata sulla consapevolezza dei propri diritti (individuali e collettivi) e di ri-sostanziare il senso profondo della democrazia, oggi svuotata e svilita;

d) la sfida è quella di tenere insieme, nella nostra ricerca e nella nostra azione politica differenti dimensioni (culturale, materiale, spirituale,..) riconoscendo la complessità dell’umano che non può essere ridotto ad uno;

e) una sfida che deve sapersi confrontare con il “senso del limite”. Non per averne paura o per negarsi la possibilità di superarlo ma per riconoscere, insieme alla complessità, la finitezza dell’umano.

L’emblema del limite , trattato in poesia da Leopardi con l’immagine della siepe oltre alla quale si rischia di perdersi fra “sovrumani silenzi,…, ove il cor si spaura” o da Montale con l’immagine di una “muraglia con in cima cocci di bottiglia” che ne evidenzia l’invalicabilità, è un concetto sul quale vogliamo continuare a ragionare.

Abbiamo convenuto, come è stato anche negli altri incontri, di rivedere ed ampliare il nostro manifesto alla luce delle riflessioni condivise.

L’incontro si è concluso con un pranzo durante il quale abbiamo potuto gustare oltre al cibo l’umorismo di Lidia e la sua coinvolgente energia vitale.


Home page | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche delle visite | visite: 213267

Monitorare l'attività del sito it  Monitorare l'attività del sito A PICCOLI PASSI   ?

Sito realizzato con SPIP 2.1.1 + AHUNTSIC

POLITICA DEI COOKIES

Immagini utilizzate nel sito, quando non autonomamente prodotte:

Artiste contemporanee :
Rosetta Acerbi "Amiche" per la rubrica "amiche di penna compagne di strada" dal suo sito
Renata Ferrari "Pensando da bimba" sito "www.artesimia5.it" per la rubrica "speranze e desideri"
Giovanna Garzoni "Fiori" per la Rubrica "L'Europa che vorremmo" sul sito artsblog
Tutti i diritti su tali immagini sono delle autrici sopra citate

Pittrici del passato:
Artemisia Gentileschi "La Musa della Storia" per la rubrica "A piccoli passi" da artinthepicture.com
Berthe Morisot "La culla" per la rubrica "Eccoci" sito reproarte.com
Mary Cassat "Donna in lettura in giardino" per la rubrica "Materiali di approfondimento" "Sito Salone degli artisti"

Creative Commons License