IFE Italia

Che ci farà mai un primario obiettore di coscienza in ginecologia nel più grande ospedale romano? di Ari Redstocking Itō

martedì 24 febbraio 2015.

"Ari Redstocking Itō ha pubblicato qualcosa in MioilcorpoMialascelta":

Pur con tutto lo scetticismo possibile verso le campagne mediatiche su facebook, quest’iniziativa mi sembra degna di nota; in una città dove già abortire è parecchio complicato, dove il Policlinico Umberto Primo, non l’ambulatorino di Corea, ha interrotto per 2 MESI le IVG, ma dove si concentrano quasi tutte le richieste di interruzione perché il resto della regione è messo pure peggio, le oscure manovre clericali delle nomine rischiano di colpire di nuovo la libertà e l’autodeterminazione delle donne. Il clima in generale in Italia è questo e le cifre parlano chiaro: l’80% dei medici è obiettore di coscienza. Oggi, non nel 1976, quando la 194 è entrata in vigore. Quanti "criteri di smaltimento" poteva mettere in atto un normatore "sensato" per gestire gli operatori sanitari e cattolici del tempo e tutelare la loro vita lavorativa senza "violentarne" la libertà professionale? Infiniti. E invece siamo ai livelli tali che se mia mamma, nella sua giovinezza ha sempre fatto riferimento al rinomato Centro di Pontedera, una rinomata avanguardia, con ginecologi laici, "compagni che non ti mettevano a disagio, non ti facevano troppe domande" e dove quindi accorrevano giovani e meno giovani da tutte le regioni per abortire, QUELLO STESSO CENTRO CONTINUA AD ESSERE UN PUNTO DI RIFERIMENTO E A VOLTE L’ULTIMA SPIAGGIA PER MOLTE TROPPE DONNE, DA NORD E DA SUD ITALIA, A CUI L’IVG E’ STATA NEGATA. Il fatto che il legislatore non abbia mai voluto prevedere quantomeno delle soglie di sbarramento alla possibilità degli operatori sanitari di rifiutarsi di procurare le IVG di fatto rende lo stato colpevole di boicottare la libertà di queste donne per far salvo un ipocrita grimaldello liberale a beneficio di quella classe di professionisti e la consueta, cronica e vigliacca sudditanza alla sacra romana chiesa. BASTA CON QUEST’IPOCRISIA DELL’OBIEZIONE DI COSCIENZA! E’ SOLO UN LASCIAPASSARE NELLE MAFIE CATTO-OSPEDALIERE PER FARE CARRIERA! MA PENSATE CHE LA GENTE SIA TUTTA SCEMA E SORDA E NON LO CAPISCA?

http://roma.corriere.it/notizie/cro...


Home page | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche delle visite | visite: 619289

Monitorare l'attività del sito it    ?

Sito realizzato con SPIP 2.1.1 + AHUNTSIC

POLITICA DEI COOKIES

Immagini utilizzate nel sito, quando non autonomamente prodotte:

Artiste contemporanee :
Rosetta Acerbi "Amiche" per la rubrica "amiche di penna compagne di strada" dal suo sito
Renata Ferrari "Pensando da bimba" sito "www.artesimia5.it" per la rubrica "speranze e desideri"
Giovanna Garzoni "Fiori" per la Rubrica "L'Europa che vorremmo" sul sito artsblog
Tutti i diritti su tali immagini sono delle autrici sopra citate

Pittrici del passato:
Artemisia Gentileschi "La Musa della Storia" per la rubrica "A piccoli passi" da artinthepicture.com
Berthe Morisot "La culla" per la rubrica "Eccoci" sito reproarte.com
Mary Cassat "Donna in lettura in giardino" per la rubrica "Materiali di approfondimento" "Sito Salone degli artisti"

Creative Commons License