IFE Italia

"IL SILENZIO DELLE ISTITUZIONI" - Comunicato stampa della Casa delle Donne di Lecce

venerdì 30 ottobre 2015.

La Casa delle donne di Lecce esprime soddisfazione e gratitudine per le attestazioni di solidarietà e condivisione che sta ricevendo da cittadine e cittadini, dalle Case delle donne di altre città, da associazioni, da realtà organizzate e da singoli esponenti della società civile e di organizzazioni politiche di varia tendenza, che in ambito locale, regionale e nazionale stanno sostenendo la sua protesta per la mancata iscrizione nel registro regionale delle Associazioni di promozione sociale, motivata con argomentazioni infondate e inaccettabili. A fronte di così ampia solidarietà, di cui diamo conto compiutamente sui nostri siti web, non possiamo non rammaricarci del silenzio di chi, per il suo ruolo istituzionale e politico, avrebbe dovuto darci una risposta pubblica: ce la saremmo aspettata, infatti, da parte del Sindaco della città e del presidente della Regione, ai quali abbiamo appositamente inviato per conoscenza la nostra lettera di contestazione indirizzata agli uffici competenti comunale e regionale. Ma registriamo che, se si escludono i contatti avviati in via ufficiosa, finora non una parola ci è stata detta ufficialmente e pubblicamente. Ci auguriamo che questo caso si risolva al più presto nella maniera giusta. Ma, sia esso frutto di ottusità burocratica, miopia politica, o voluta discriminazione, non possiamo non rilevare che non è certo il primo tentativo di esclusione della nostra associazione - che pure opera da sette anni con ampi riconoscimenti in questa città - messo in atto da parte dell’amministrazione cittadina. Anzi, diciamo che le nostre domande sono state sistematicamente ignorate e, quando abbiamo ricevuto risposte, esse sono state volutamente distratte, disattente, o addirittura offensive. Come è accaduto appena pochi mesi fa, quando, di fronte alla nostra ennesima richiesta di ottenere in assegnazione dei locali di proprietà comunale da utilizzare come sede della Casa delle donne, dal Sindaco ci è stato proposto… il ripostiglio delle scope della Chiesetta Balsamo! Imbarazzo, superficialità, insipienza, insensibilità è ciò che contraddistingue le istituzioni di questa città nei confronti della politica delle donne. Di più: quando essa viene nominata nei nostri Statuti, non sanno di che cosa parliamo, anzi non sanno neppure che esiste, come è accaduto nel nostro caso.


Home page | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche delle visite | visite: 618085

Monitorare l'attività del sito it    ?

Sito realizzato con SPIP 2.1.1 + AHUNTSIC

POLITICA DEI COOKIES

Immagini utilizzate nel sito, quando non autonomamente prodotte:

Artiste contemporanee :
Rosetta Acerbi "Amiche" per la rubrica "amiche di penna compagne di strada" dal suo sito
Renata Ferrari "Pensando da bimba" sito "www.artesimia5.it" per la rubrica "speranze e desideri"
Giovanna Garzoni "Fiori" per la Rubrica "L'Europa che vorremmo" sul sito artsblog
Tutti i diritti su tali immagini sono delle autrici sopra citate

Pittrici del passato:
Artemisia Gentileschi "La Musa della Storia" per la rubrica "A piccoli passi" da artinthepicture.com
Berthe Morisot "La culla" per la rubrica "Eccoci" sito reproarte.com
Mary Cassat "Donna in lettura in giardino" per la rubrica "Materiali di approfondimento" "Sito Salone degli artisti"

Creative Commons License